Ferimento Bimba Napoli

LUNEDÌ 06 MAGGIO 2019 08.43.40

Morra, a Napoli stato assente, Viminale si occupi di mafie

Morra, a Napoli stato assente, Viminale si occupi di mafie Togliamo figli camorra. Dopo spari era doverosa presenza Salvini (ANSA) – ROMA, 06 MAG – “A Napoli, dove lo Stato e’ assente, facciamo come a Reggio Calabria, togliamo i minori ai camorristi”: dice Nicola Morra, presidente M5S della commissione parlamentare Antimafia, intervistato da Repubblica. “Una forza politica ha individuato nella criminalita’ straniera il nemico da abbattere – dice tornando sul suo tweet che ha irritato la Lega -. Ma i dati dimostrano altro. Sono le nostre mafie che fanno lavorare quelle che arrivano da fuori. Certo, ci sono state operazioni importanti, ma l’allerta per Napoli non cala. Mi e’ stato insegnato che se liberi un territorio da un clan, c’e’ il rischio che un altro riempia quel vuoto. E purtroppo a Napoli lo Stato e’ assente”. “Lo Stato – continua – dovrebbe rispondere col ministero dell’Interno, ma anche con la Pubblica istruzione, con la Giustizia, con un discorso a 360 gradi. I tempi del tribunale di Napoli non sono da record positivo. Il procuratore Cafiero dice una cosa giusta quando cita il presidente del tribunale dei minori di Reggio Calabria Roberto Di Bella e l’idea di togliere i ragazzi alla ‘ndrangheta”. Morra contesta poi Salvini per non essere andato a Napoli: “Non conosco i suoi impegni. Forse ci sono sensibilita’ diverse. A me la presenza del ministro sembra doverosa per rendere evidente la vicinanza delle istituzioni a chi e’ stato colpito da un folle criminale. Il nostro Andrea Caso e’ andato subito li’ per rappresentare l’Antimafia. Io conto di andarci domani”.(ANSA). Y12-TEM 06-MAG-19 08:43 NNNN


http://www.sassarinotizie.com/24ore-articolo-488224-napoli_caso_m5s__subito_cdm_in_citta_serve_segnale_forte_.aspx

https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/19_maggio_04/napoli-operata-bimba-colpita-sparatoria-medici-le-sue-condizioni-sono-estremamente-gravi-56d00a24-6e47-11e9-b46e-d34f6152b7a5.shtml

https://www.cronachedellacampania.it/2019/05/napoli-caso-m5s-dopo-bimba-ferita-consiglio-dei-ministri-in-citta/

Spari Napoli: Caso (M5s), governo convochi Cdm in citta’ = (AGI)

Roma, 4 mag. – “Un Consiglio dei Ministri a Napoli al piu’ presto, per dare un segnale forte alla criminalita’ organizzata ed assumere iniziative di spessore per contrastare questi malviventi senza scrupoli, senza regole, assolutamente fuori controllo e folli, che espongono a dei rischi mortali perfino bambini in tenera eta’. L’emergenza sicurezza a Napoli e’ oramai conclamata, occorrono misure efficaci, celeri e durature nel tempo. Come un piano sicurezza da mettere in campo tutti insieme”. Lo afferma il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Caso, componente della in Commissione Antimafia, che questa mattina si e’ recato in visita all’Ospedale ‘Santobono’ di Napoli per sincerarsi personalmente delle condizioni della bimba rimasta ferita ieri sera da un proiettile, poi estratto dai medici nel corso di un lungo e delicato intervento. “Ho voluto portare stamani tutto il mio dolore e la mia vicinanza alla famiglia della bimba, anima innocente di una guerra che va fermata e per sempre – continua Caso – per questo, dopo un confronto con il Presidente della Commissione Antimafia Morra, chiedo che il prossimo Consiglio dei Ministri si tenga a Napoli. Lo Stato che arriva in citta’ per gridare no alle bombe ed agli spari, ai regolamenti di conti con vittime innocenti, un odio cosi’ feroce che non si cura nemmeno di ferire una bimba, e’ una incivilta’ a cui diciamo basta”. Il parlamentare rivolge infine “un grazie all’equipe medica del Santobono che ha in cura la bimba, che mi auguro torni presto all’amore dei propri familiari. Ringrazio anche le forze dell’ordine per gli arresti compiuti in queste ore e le indagini che stanno conducendo senza sosta. Agiremo per garantire la sicurezza dei cittadini, per proteggere i bambini indifesi e tutelare l’immagine di una splendida citta’ che il mondo ci invidia. Questi criminali devono andare in galera con pene esemplari”, conclude.